Ristrutturare la propria vasca è facile e conveniente con il bonus piscine 2022

È tempo di ristrutturare la piscina,  di ammodernare, riqualificare, rendere ecosostenibile e più sicura la tua vasca. Con i bonus e le detrazioni, previste per il 2022, risparmi e migliori l’estetica e la funzionalità della tua piscina. 

Come funziona il bonus piscina?

Si tratta di un’agevolazione fiscale sugli interventi di ristrutturazione edilizia, disciplinata dall’art. 16-bis del Dpr 917/86. Tale normativa prevede, anche per il 2022:

  •  una detrazione fiscale del 50% (bonus ristrutturazione), delle spese sostenute, fino a un ammontare complessivo di 96.000 € IVA inclusa per unità immobiliare, da ripartirsi in 10 quote annuali (solo per alcuni interventi di ristrutturazione su piscine preesistenti).
  • una detrazione del 65% (ecobonus), da ripartire in dieci rate annuali di pari importo, per tutti gli interventi di ristrutturazione delle piscine con sistemi di riscaldamento. In questo caso, l’importo detraibile varia in base alla tipologia di lavoro, da un minimo di 30.000 € fino a 60000 €, con l’aliquota fiscale del 65%.

Quali interventi si possono fare?

Grazie alle agevolazioni fiscali piscina 2022 puoi rinnovare la piscina e ottenere il bonus ristrutturazione 50% con interventi relativi a:

  1. ristrutturazione impiantistica: comprende tutti i lavori sugli impianti di funzionamento della vasca, elettrici o idraulici, come tubature, filtri, pompe, skimmer e dosatori;
  2. ristrutturazione estetica: si tratta di tutti quegli interventi utili a migliorare il comfort e l’estetica della vasca. Ad esempio, l’installazione dell’idromassaggio, delle cascate o di sistemi di cromoterapia, rivestimenti, pavimentazioni, sistemi di illuminazione e accessori che rendono la tua piscina più bella.
  3. ristrutturazione funzionale: si tratta di interventi finalizzati a far diventare la tua piscina più efficiente. Ad esempio, per migliorare il sistema di controllo della temperatura (dispositivi di riscaldamento), ma anche per installare dei sistemi di filtrazione e disinfezione migliori e più adatti a garantire una qualità elevata dell’acqua.

Potrai ottenere l’Ecobonus 65% per gli interventi di ristrutturazione delle piscine con sistemi di riscaldamento che prevedono l’installazione di:

  • Collettori solari per la produzione di acqua calda.
  • Scaldacqua a pompa di calore.
  • Generatori ibridi, costituiti da una pompa di calore.
  • Pannelli solari.
  • Sistemi di building automation.

Come richiedere il bonus piscina?

Per poter beneficiare della detrazione nella forma di rimborso fiscale IRPEF è importante rispettare tutti i requisiti. L’iter legislativo da rispettare per presentare la richiesta prevede la compilazione di un documento sul sito ufficiale dell’ENEA, da trasmettere entro 90 giorni dalla data di conclusione dei lavori.

Al fine di evitare spiacevoli inconvenienti con le pratiche, ti consigliamo di chiedere supporto al tuo commercialista di fiducia. In qualsiasi caso potrai sempre contare su Mecchi!

Importante è sottolineare che il bonus ristrutturazioni non è cumulabile con l’ecobonus.

Come pagare?

Le spese devono essere pagate mediante un bonifico cosiddetto parlante, postale o bancario.

Chi contattare per rinnovare la piscina?

Se anche per te è giunto il momento di rimodernare la tua piscina, approfitta delle agevolazioni e contattaci per avere maggiori informazioni e consigli. È importante prendere una decisione che sia anche un buon investimento per il tuo stile di vita e che mantenga valore per gli anni a venire.